Giornata al poligono di Milano per conseguire la certificazione - Notizie e Pubblicazioni - ISF College | Corporate University dell'Istituto di Scienze Forensi

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Giornata al poligono di Milano per conseguire la certificazione

Pubblicato da in Notizie ·
 


Corsico, 26 marzo 2019. Questo mese, gli studenti dell’ISF College Corporate University e dello European Forensic Institute hanno avuto l’occasione di poter “testare con mano” una parte dello studio della Balistica forense. Si sono svolte infatti due giornate di corso dedicato al maneggio e uso delle armi da fuoco.
Nella prima giornata, il prof. Corrado Macrì ha spiegato le principali regole di sicurezza da rispettare ogni qualvolta si abbia a che fare con le armi da fuoco e ha anticipato quanto si sarebbe visto successivamente, come, ad esempio, il modo con cui si impugna l’arma o come ci si posiziona nella fase di preparazione e in quella di tiro.
Il giorno seguente, gli studenti, accompagnati dal prof. Macrì, si sono recati al Tiro a Segno Nazionale di Milano, un centro unico e all’avanguardia presso il quale il presidente Mario Berardinetti e i numerosi commissari di tiro hanno accolto calorosamente i discenti.
Dopo aver fornito alcune informazioni sul poligono, Berardinetti e colleghi hanno cominciato un’ulteriore lezione sulle regole di sicurezza già spiegate dal docente Macrì in aula (la sicurezza, con le armi, non è mai abbastanza) e a spiegare come si sarebbero svolte le prove pratiche.
La mattinata è stata dedicata all’arma corta, nello specifico la Glock19 9x21, con la quale ogni studente ha potuto sparare 50 colpi ad una distanza di 7,5 metri. Tutti sono stati perfettamente seguiti dai commissari di tiro che, grazie alla loro esperienza, hanno dispensato preziosi consigli e messo a loro agio anche coloro che sentivano maggiormente la pressione dell’esperienza diretta con un’arma vera e proiettili veri.
Nel pomeriggio, invece, gli studenti si sono trasferiti dal cosiddetto “tunnel” per le armi corte in una zona esterna, nella quale hanno sparato 30 colpi con una carabina cal.22 a 50 metri dal bersaglio. I commissari hanno spiegato come caricare l’arma, caratterizzata da un otturatore scorrevole girevole, e come puntare il bersaglio attraverso un’ottica con reticolo.
Le giornate si sono concluse tra l’entusiasmo chiaramente visibile di tutti i partecipanti, i quali hanno conseguito la Certificazione per l’”Uso e il maneggio delle armi da fuoco”.

Isabella Marchetti
Riproduzione riservata



ISF Srls - P.Iva 09467620960
Torna ai contenuti | Torna al menu